cerco - offro

Campo di volontariato sui terreni confiscati alle mafie

Nell’ambito del progetto sovradistrettuale “Il futuro volta le spalle alle mafie”, co-finanziato dalla Regione Emilia-Romagna, alcuni Comuni del bolognese mettono a disposizione 6 posti all’interno di un campo di volontariato sui terreni confiscati alle mafie, organizzato in collaborazione con la cooperativa “Terre di Puglia – Liberaterra” di Mesagne (BR), fondata nel gennaio 2008 da giovani pugliesi per il riutilizzo dei beni confiscati. Il campo si svolgerà dal 26 agosto al 5 settembre (viaggio compreso) a San Pietro Vernotico (nei pressi di Mesagne), in un bene (terreni e villa) confiscato ai boss della Sacra Corona Unita. L’obiettivo principale del campo di lavoro è quello di diffondere una cultura fondata sulla legalità e sul senso civico, che possa contrapporsi alla cultura della violenza, del privilegio e del ricatto. I partecipanti potranno alloggiare all’interno della villa, in camere da letto condivise, con servizi igienici comuni, utilizzando materassino e sacco a pelo (non in dotazione). Il gruppo collaborerà con gli organizzatori alle attività di preparazione dei pranzi e pulizia degli spazi comuni. Potranno partecipare i giovani di età compresa tra i 17 e i 28 anni (compiuti entro la scadenza del bando), residenti nei Comuni di San Lazzaro di Savena, Loiano, Monghidoro, Monterenzio, Ozzano e Pianoro. I giovani che non hanno ancora compiuto la maggiore età alla scadenza del bando dovranno presentare una liberatoria firmata dai genitori. La partecipazione al campo è gratuita: i costi per ciascun partecipante saranno interamente sostenuti dai Comuni e dalle altre Istituzioni proponenti il progetto.

Per informazioni:
Centro Giovanile Pianoro Factory, via dello Sport 2/3, Pianoro (BO),
tel. 051/77.54.65 (giovedì: 16-18),
www.comune.pianoro.bo.it, www.liberaterra.it.



 

icona facebookicona twittericona invio mailicona stampa